Close

Assistenza animali in difficoltà

Soccorrere animali feriti o in difficolta oltre ad essere un dovere morale è anche un obbligo. 

Spesso ci troviamo in situazioni difficili in cui non sappiamo come comportarci. Per non rischiare di farci prendere dal panico, proviamo a fare un po di chiarezza sulle modalità di intervento

COSA DEVO FARE SE CAUSO O MI TROVO PRESENTE AD INCIDENTE CON ANIMALI?

Contatta il Servizio Veterinario della ASL di competenza territoriale, se non conosci il numero, puoi contattare il centralino della Asl.

Non muovere l’animale.

Se assisti a un’omissione di soccorso è opportuno coinvolgere le forze di polizia (Carabinieri 112, Polizia di Stato 113, Guardia di Finanza 117, Polizie Locali) e raccogliere il maggior numero possibile di prove.

Grazie alle nuove norme del Codice della Strada, il soccorso agli animali è un obbligo a cui bisogna ottemperare per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative.

COSA FACCIO SE TROVO UN GATTO O UN CANE FERITO?

Cerca di avvicinarti a lui con cautela e calma. In mancanza di un numero di pronto soccorso specifico e pubblico per animali feriti, è necessario rivolgersi al Servizio Veterinario della ASL di competenza territoriale. I Servizi Veterinari delle ASL devono avere reperibilità anche notturna e festiva e sono obbligati a intervenire per il ritiro dell’animale.

Si tratta di un pubblico servizio da cui non possono astenersi.

Anche il medico veterinario libero professionista, ha il dovere di assistenza nei casi di urgenza, previsto dall’articolo 16 del Codice Deontologico della categoria di prestare le prime cure agli animali nella misura delle sue capacità. 

Se si tratta DI UN ANIMALE SELVATICO, contatta la Polizia Provinciale competente per territorio.

COSA POSSO FARE SE VEDO ABBANDONARE UN ANIMALE?

Chi abbandona un animale commette un reato  e può essere punito con l’arresto fino a un anno o con un’ammenda  sino a 10.000 euro.

Se assisti a un caso di abbandono fai sentire la tua voce, e denuncia alle forze dell’ordine (Carabinieri/Polizia di Stato/Polizie locali) i colpevoli.

COSA POSSO FARE SE MI TROVO DI FRONTE AD UN ANIMALE MALTRATTATO?

Chiedi l’intervento urgente, anche solo telefonicamente, alle forze di polizia.

Inoltre raccogli il più possibile prove (comprese foto, video, documenti) per comprovare il maltrattamento e denunciarlo in forma scritta presso una Forza di polizia (Carabinieri-112, Polizia di Stato-113, Guardia di Finanza-117, Polizie locali Municipali).

Il maltrattamento di animali è infatti un reato previsto e sanzionato dal nostro Codice penale!

COME DEVO COMPORTARMI SE TROVO UN ANIMALE VAGANTE, NON FERITO?

E’ necessario avvicinarlo con estrema prudenza e calma per non spaventarlo, mai in maniera troppo diretta e rapida, e controllare se è provvisto di medaglietta e/o tatuaggio sulla coscia destra o nell’orecchio destro (per  il microchip è necessario un lettore in dotazione ai veterinari).

In assenza di medaglietta recante un numero di telefono o di altra informazione per risalire al proprietario, è obbligatorio denunciarne il ritrovamento presso una forza di Polizia oppure al Servizio Veterinario pubblico.

Il cane vagante sarà consegnato, insieme al verbale della Pubblica Autorità, alla struttura di accoglienza competente per il territorio, al canile municipale o al canile convenzionato con il Comune del territorio su cui è stato ritrovato il cane.

Se il cane si trova su una sede stradale o nei pressi e può essere un pericolo per sé e per gli altri chiamate immediatamente, per evitare un possibile incidente automobilistico, la Polizia Stradale presso la Polizia di Stato (tel.113) o, per le strade urbane, la Polizia locale presso il centralino del Comune o della Provincia.

Se invece ti trovi di fronte ad un gatto, è necessario appurare con la massima attenzione che sia stato effettivamente smarrito o abbandonato e non sia membro di una colonia felina o semplicemente un girovago a passeggio.

Attenzione: a differenza del cane, il gatto non ha obbligo di iscrizione all’anagrafe e quindi non deve avere un contrassegno di riconoscimento. Solo i gatti che hanno il “Passaporto europeo per animali domestici” devono avere obbligatoriamente un microchip.

Qual è la sanzione per chi non presta soccorso?

Chiunque non ottemperi all’obbligo di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso ad un animale in difficolta è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318.

In più, possono essere accertate responsabilità sotto il profilo penale. L’obbligo non riguarda solo l’automobilista, ma anche le persone coinvolte in un incidente con danno ad animali. 

INDIRIZZI WEB E NUMERI UTILI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONTATTACI

quellidinessuno@gmail.com