Close

Cosa è importante sapere quando si decide di adottare un amico a quattro zampe?

Comprendere le sue emozioni

conoscere i suoi comportamenti

LA PROCEDURA DA ESEGUIRE

Scegliere di vivere con un gatto o un cane è senza dubbio un grande atto di amore e porta gioia ogni giorno. Facilita i rapporti sociali e ha una funzione positiva nell’allentare tensioni e stress.

Allo stesso tempo è anche qualcosa che cambia profondamente la vita nella sua essenza quotidiana; per questo è una scelta che va fatta responsabilmente e con la consapevolezza di prendersi un grande impegno, del tutto analogo ai doveri che un genitore ha nei confronti di un figlio.

Sì, perché cani e gatti non sono animali da compagnia, sono compagni di vita e se li accoglierai nella tua casa diventeranno a tutti gli effetti membri della famiglia. 

Adottare un cane significa assumersene piena responsabilità, vita natural durante (15 anni). Significa organizzare le vacanze tenendo in considerazione anche il vostro nuovo amico. Significa assumersene gli oneri economici. Significa avere la casa “un po’ più pelosa”.  Significa educarlo alla convivenza in famiglia e fuori. Sei veramente sicuro?

Non è sempre facile scegliere il cane da adottare, spesso si agisce d’impulso, seguendo l’emozione del momento. Eppure non è giusto scegliere un cane in base all’estetica, piuttosto, sarebbe necessario analizzare le sue caratteristiche comportamentali.

Prima di decidere di adottare, devi avere piena coscienza della responsabilità che ciò comporta. Un cane deve essere considerato un membro della famiglia, non un problema di cui liberarsi quando c’è qualche difficoltà o cambiamento.

Considera che appena arrivato a casa il cane avrà necessità di adattarsi al nuovo ambiente e nei primi giorni deve essere lasciato tranquillo. Per questo è utile anche sistemargli la cuccia in un luogo poco esposto al passaggio.

Impariamo a leggere i segnali di disagio: spesso ci si accorge che qualcosa non va solo quando un cane mostra i denti, ringhia o morde l’aria. In realtà egli ha sicuramente in precedenza manifestato altri comportamenti, dei messaggi di disagio senza avere da noi un feedback. (Girare la testa, sbadigliare o rallentare i movimenti possono già essere suoi modi per dirci che è teso, per chiederci aiuto e di non mettergli in quel momento ulteriore pressione).

E’importante comprendere che il cane non deve essere umanizzato. Spesso tendiamo a trattare i nostri animali come persone (o peggio giocattoli!). Non devi spiegare i loro comportamenti sulla base di quelli umani. Un amico a quattro zampe ha le sue caratteristiche di specie, le sue emozioni ed il suo modo di vedere il mondo, e devi rispettarlo nelle sue differenze da te.

Cercare di comprendere il suo modo di comunicare, i suoi eventuali segnali di disagio è un modo corretto di prepararti all’arrivo di questo nuovo amico e darti la possibilità di renderlo felice e parte integrante della tua vita.

Una volta effettuata la scelta, puoi chiamare Laura al numero 327 8936174 e comunicare questa tua intenzione. Lei ti invierà un modulo di raccolta dati da sottoscrivere, firmare e restituire.

Successivamente riceverai una visita di una volontaria che verrà a conoscerti e a verificare che l’ambiente sia idoneo (non offenderti, questo viene fatto unicamente per tutelare il nostro amico!).

Se tutto andrà bene lui sarà microchippato e potrà raggiungerti con regolare staffetta autorizzata.

Durante il primo periodo i volontari si riservano  la possibilità di chiamare e fare visita al domicilio per verificare che il cane stia bene e valutare il rapporto con il nuovo padrone. Se tutto procederà per il meglio e sarete entrambi felici, si potrà effettuare il passaggio di intestazione del microchip.

I primi giorni a casa per il nuovo arrivato sono delicatissimi e da essi dipende molto del tipo di rapporto che andrai ad instaurare con lui.

Fai in modo che, appena entrato in casa, il cane possa sentirsi a proprio agio. Dedica a lui un angolo del tuo appartamento, preparandogli ciotole, coperta ed eventualmente qualche giocattolino, in modo che lui abbia dei “punti di riferimento”. Ti accorgerai che gradualmente si abituerà al nuovo ambiente e cercherà in ogni modo di compiacerti.

Sarà inoltre fondamentale farlo abituare dal primo giorno ai ritmi della casa e del nuovo proprietario. I cani infatti sono molto abitudinari ed è quindi importante dargli ritmi scanditi e costanti.

Osservalo, cerca di metterlo a proprio agio e concedigli tutto il tempo di cui ha bisogno per adattarsi alla nuova vita.

Credi che presto sarai completamente ricompensato con una valanga di amore incondizionato.

 
Riproduci video

CONTATTACI

quellidinessuno@gmail.com